Studi Umanistici alla Roma Tre Open Night 2024

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-46312
Studi Umanistici alla Roma Tre Open Night 2024
Torna Roma Tre Open Night” Le scienze e le scoperte. Tutto in una notte, che si terrà martedì 4 giugno dalle 19.00 alle 23.00 presso gli spazi all’aperto del Rettorato sito in via Ostiense 133.
Roma Tre apre le porte per condividere la ricerca scientifica con cittadini e curiosi di ogni età attraverso presentazioni, seminari, laboratori per bambini, attività interattive e approfondimenti per i più appassionati.
E’ possibile consultare il programma complessivo alla relativa pagina web: Link identifier #identifier__19714-1Roma Tre Open Night 2024 - Università Roma Tre (uniroma3.it)

Evento ad accesso libero

Di seguito le attività organizzate dal Dipartimento di Studi Umanistici

Seminari 20’ 
Atrio A 20.30 - Le verità nascoste: indagini sui falsi d'archeologia e d'arte, Gianni Porretta - Rappresentanti del Comando Carabinieri TPC / Laboratorio del falso. 
Atrio A 21.30 - Le opportunità del web. Manzoni on line, Roberta Colombi
Atrio C 22.00 - La nuova vita: Dante tra biografia e aneddotica, Paolo Rigo

Speaker’s corner
21.30 - Fake news sulla repubblica romana: chi decide davvero? Andrea Angius

Atrio D ore 20.00 - Lo storytelling e i racconti dei primi cristiani: Gesù, la Maddalena e San Sebastiano Carla Noce
Dopo una prima breve introduzione di carattere storico sulle modalità di trasmissione delle parole di Gesù, dei suoi miracoli e della sua passione, (alla base dei vangeli canonici e apocrifi) e dei racconti delle imprese dei martiri, il pubblico riceverà nozioni di base sulla tecnica dello storytelling e assisterà a performance da parte degli attori

STAND ore 19-23

Un'esperienza bizantina. La Pasqua ortodossa sull'isola dell'Apocalisse. Silvia Ronchey - Andrea Monticini
La Megale Ebdomada (Settimana Santa) ortodossa è un'esperienza unica da vivere. Ancor di più, lo è in una località speciale come Patmos, l'isola dell'Egeo dove san Giovanni apostolo avrebbe concepito il testo dell'Apocalisse e dove a partire dall'età mediobizantina vive una comunità monastica devota al santo teologo. In seno a questa attività, si mostrerà un filmato ricavato da un viaggio effettuato sull'isola di Patmos proprio in occasione della Pasqua. I partecipanti potranno così apprendere le specificità delle varie fasi della liturgia e della tradizione cristiana orientale, ma pure visionare i luoghi (molti dei quali normalmente chiusi al pubblico o difficilmente raggiungibili) che il viaggio di istruzione ha toccato, come certe aree del monastero di San Giovanni - inclusa la sua biblioteca -, alcune antiche sedi di eremitaggio sparse per l'isola, la grotta in cui la leggenda pone la redazione dell'Apocalisse.

Come uno scriba: scrivere alla maniera degli antichi Serena Ammirati - Marco Fressura - Federica Candido
Come e cosa si scriveva nel mondo antico? In questo laboratorio imparerai a scrivere come Egizi, Greci e Romani. Useremo fogli di papiro, calami e inchiostri lavabili e ti offriremo alcuni esempi di scritture (geroglifico, greco, latino) e testi (frasi della letteratura, ricevute, lettere, ma anche maledizioni e incantesimi) da poter imitare (e portare a casa!).

Le verità nascoste: indagini sui falsi d'archeologia e d'arte Giuliana Calcani e Laboratorio del Falso
Si dice che l'apparenza inganna, e talvolta accade di non riuscire a capire se gli oggetti che abbiamo davanti agli occhi siano davvero autentici o no. La contraffazione dei beni culturali è una pratica così diffusa e trasversale a diverse tipologie di manufatti, che diventa sempre più importante imparare a difendersi dai truffatori. Anche nei falsi sono contenute verità, che bisogna scovare per svelare l'inganno, ma come?

Alla scoperta dell’epigrafia Elena Esposito
La pietra: uno dei supporti scrittori dell'antichità. Come leggerla? Come studiarla? Come farne una copia su carta? E in digitale? Vieni a scoprirlo con noi! Impareremo insieme come lavora sul campo un epigrafista.

A' bello!!! Dal gallismo degli anni '70 al cat calling di oggi. Scriviamo un racconto alla rovescia a partire dalla rivista "Noi Donne” Laura Fortini - Monica L'Erario - Emma Scaricamazza - Gaia Sordoni - Claudia De Simone
Scrivere un racconto alla rovescia può essere un modo per guardare al mondo da una prospettiva del tutto nuova e diversa: negli anni Settanta la rivista "Noi donne" affrontò la questione della molestia verbale attraverso il rovesciamento del punto di vista di chi subisce o effettua una molestia verbale, con effetti ironici e molto divertenti. A partire da quell'esperienza scrivere insieme racconti alla rovescia può presentare aspetti sorprendenti.

Gli strumenti dell’archeologo Martina Bernardi
Lo stand dedicato all'archeologia è rivolto a chi vuole toccare con mano gli strumenti dell'archeologo e conoscere il reale mestiere dell'archeologo.

Link identifier #identifier__69681-2Locandina