Lettera aperta: Coprire i ghiacciai non significa salvarli

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-19197
Lettera aperta: Coprire i ghiacciai non significa salvarli
Roma, 21 gennaio 2022 - Coprire i ghiacciai non significa proteggerli dallo scioglimento e dal ritiro: lo rileva una lettera aperta firmata da otto istituzioni scientifiche e da esperti dei maggiori enti di ricerca e università italiane, tra i quali il prof. Massimo Frezzotti, glaciologo del Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi Roma Tre.

La pratica che si sta diffondendo sulle Alpi, coprire i ghiacciai in estate con teloni bianchi (geotessili) per proteggerli dalla radiazione solare e dal calore, e per rallentarne così la fusione e il ritiro, non rappresenta uno strumento per combattere le conseguenze del cambiamento climatico e del riscaldamento globale.   
“Raccontare la copertura dei ghiacciai come una soluzione agli effetti avversi del cambiamento climatico – si legge nella lettera - non è soltanto sbagliato, è anche un tentativo di greenwashing per descrivere un intervento impattante sull’ambiente da numerosi punti di vista, come sostenibile e anzi addirittura auspicabile. Questa narrazione rischia di creare confusione e compromettere la sensibilità ambientale che con fatica si è consolidata negli ultimi anni. Considerati gli effetti negativi sull’ambiente e i costi proibitivi, coprire i ghiacciai può avere senso solo localmente per tutelare gli interessi economici legati allo sfruttamento di specifici ghiacciai. Non ha invece nulla a che vedere con il contrasto al cambiamento climatico che anzi contribuisce ad aggravare”.
 
L’agenzia di stampa Link identifier #identifier__188276-1Ansa ha trattato l’argomento.

Link identifier #identifier__170779-2Lettera Scienziati

Link identifier #identifier__114640-3Comunicato stampa