pagina stampabile

Equipollenza del titolo

Nel settore della valutazione e del riconoscimento dei titoli di studio, una qualifica si definisce equipollente a un'altra quando entrambe, rilasciate da Istituzioni ufficiali e facenti parte ufficialmente del sistema nazionale di riferimento, producono tutti gli effetti giuridici e hanno il medesimo valore legale.
L'equipollenza è una forma di riconoscimento accademico che si basa sulla valutazione analitica di un titolo di istruzione superiore straniero con lo scopo di verificare se esso corrisponde in modo dettagliato per livello e contenuti a un analogo titolo universitario italiano tanto da poterlo definire equipollente e riconoscergli così lo stesso effetto giuridico. La valutazione viene effettuata comparando il titolo estero con il titolo rilasciato dall'università italiana.
L'equipollenza di un titolo estero può essere richiesta se:

  • il titolo accademico è stato rilasciato all'estero da un'università o da altra istituzione di livello universitario che appartenga ufficialmente al sistema educativo di riferimento
  • il titolo finale conseguito è di 1°, o di 2° o di 3° ciclo (bachelor-level o master-level, o più avanzato)
  • esiste un titolo italiano con cui si possa comparare il titolo estero

Le università italiane, nella loro autonomia, possono valutare i titoli accademici stranieri, applicando gli Artt. 2 e 3 della Legge 148/02 (in attuazione della Convenzione di Lisbona), allo scopo di rilasciare gli analoghi titoli italiani.

Il riconoscimento viene effettuato dalle autorità accademiche competenti entro il termine di 90 giorni fissato dalla legge.

Le autorità accademiche competenti possono:
a) Riconoscere l'equipollenza a tutti gli effetti del titolo accademico estero con quello rilasciato dall'Ateneo. La procedura si conclude con l'emanazione di un Decreto Rettorale su delibera del Senato Accademico, che renderà esecutiva la delibera della struttura didattica;
b) Riconoscere il titolo ai fini dell'ammissione a un corso di studio di Roma Tre con eventuale riconoscimento parziale della carriera estera.

Per il quadro completo delle norme applicate da Roma Tre e dei documenti da presentare si rimanda al Regolamento per l'ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri.

Procedura

Entro il 7 aprile 2017 il richiedente dovrà:
1. Registrarsi al Portale dello Studente alla seguente pagina: https://gomp.uniroma3.it/PublicArea/Registrazione/Registrazione.aspx
Conclusa la registrazione, il sistema assegna le credenziali di accesso (un nome utente e una password), che consentiranno l'accesso all'area riservata del Portale dello Studente e a tutti i servizi online attivati dall'Ateneo.

2. Consultare i corsi di studio offerti da Roma Tre per l'individuazione del titolo per il quale richiede l'equipollenza del titolo conseguito all'estero (www.uniroma3.it / sezione Didattica)
3. Presentare la domanda di valutazione della carriera per Equipollenza dalla sezione IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TEST DI INGRESSO, TASSE E PAGAMENTI della propria pagina personale sul Portale dello studente >> Accedi >> Servizi on line

4. Allegare alla domanda i seguenti documenti che andranno caricati on line in due file pdf:

  • Titolo finale degli studi di scuola secondaria, in originale, valido per l'ammissione all'università nel Paese dove è stato conseguito, tradotto in italiano, legalizzato, e corredato dalla dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana competente per territorio nello Stato al cui ordinamento si riferisce il titolo stesso.
  • Titolo di studio conseguito presso un'università o istituto di istruzione superiore post-secondaria, in originale, tradotto in italiano, legalizzato e corredato dalla dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana competente per territorio nello Stato al cui ordinamento si riferisce il titolo stesso.
  • Certificato degli esami sostenuti tradotto in italiano e legalizzato, ovvero "Diploma Supplement" ove disponibile.
  • Programmi dei corsi relativi gli esami sostenuti tradotti in italiano (la titolazione del corso deve essere corrispondente a quella presente nel certificato) con l'indicazione del peso in termini di ore/crediti e del sistema di valutazione.
  • Per i programmi di studio rilasciati dall'università estera in inglese, francese, spagnolo e portoghese non è richiesta la traduzione in italiano.

N.B. I cittadini comunitari ed equiparati o extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia possono presentare i documenti relativi ai titoli finali degli studi secondari e/o universitari in copia conforme all'originale, oppure certificati sostitutivi a tutti gli effetti di legge, e corredare il titolo finale da attestazione di enti ufficiali esteri o attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC in luogo della Dichiarazione di valore rilasciata dalla Rappresentanza Diplomatico-Consolare italiana.

5. effettuare il versamento dell'importo richiesto, scaricando e stampando l'apposito bollettino on line.

N.B. È a cura del richiedente effettuare il pagamento solo a seguito della verifica della completezza dei documenti indicati al punto 3 della presente procedura. I documenti richiesti devono essere prodotti in originale presso l'Ufficio Studenti con Titolo Estero e Programmi di Mobilità di Ateneo contestualmente alla presentazione della richiesta.

Per l'equipollenza dei dottorati (PhD) rilasciati da università estere l'autorità competente è il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che si avvale del parere del CUN (Consiglio Universitario Nazionale). Per informazioni sui requisiti da possedere al fine di poter accedere a tale procedura di riconoscimento e sulla documentazione da allegare alla domanda, contattare l'Ufficio IX del Ministero stesso (P.le Kennedy, 20 - 00144 Roma - tel. +39-06-9772.1 fax +39-06-9772.7242). Per maggiori informazioni collegati alla pagina del MIUR: http://www.istruzione.it/web/universita/equipollenza-dottorato-estero
Per l'equipollenza del titolo straniero a quello italiano necessario per partecipare ad un determinato bando di concorso pubblico, l'ente responsabile per la valutazione è la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica - Ufficio P.P.A. - Servizio Reclutamento- Corso Vittorio Emanuele II, 116 - 00186 Roma tel. 06-6899.7563 / 7453 / 7470; e-mail: servizioreclutamento@funzionepubblica.it.
Il riconoscimento dei titoli "professionali" è regolato da specifiche norme di attuazione delle direttive comunitarie nonché, da ultimo, dagli artt. 49 e 50 del DPR 31/08/1999 n. 394 del Regolamento applicativo del richiamato T.U. n. 286 del 25/07/1998, che assegnano la competenza ai Ministeri vigilanti sulle singole professioni.
Per maggiori informazioni o chiarimenti contattare:
AREA STUDENTI - Ufficio Studenti con Titolo Estero e Programmi di Mobilità d'Ateneo

 

Responsabile delle informazioni: ASI 14/3/2017